mercoledì 6 marzo 2019

6 Marzo, Luna Nuova in Pesci

luna nuova pesci fasi lunari


Questo pomeriggio la Luna diviene nuova sotto il segno dei Pesci.
La stagione dei Pesci rappresenta la fine dell’anno astrologico, è quindi ora di prepararci alla prossima fase. Essendo l’ultimo segno dello zodiaco, ci dà la possibilità di concludere qualcosa che ci fa soffrire, usiamo l’energia di questa luna per imparare a lasciar andare.

Il mistico e saggio segno dei Pesci ci aiuterà a comprendere meglio tutti i piani dell’esistenza, in questi giorni dovremo imparare a gestire al meglio le nostre emozioni e ad ascoltare maggiormente il nostro intuito. Diamo quindi un po’ di spazio e un po’ di calma al nostro corpo fisico e connettiamoci maggiormente con il nostro io interiore, quella vocina che spesso ci guida ma che molte volte non ascoltiamo.

Questa lunazione è dominata dall’elemento Acqua: è l’elemento che rappresenta le emozioni, i sogni, il subconscio e la spiritualità; affronteremo l’inizio di un viaggio iniziatico attraverso le acque della nostra emotività. Prestate particolare attenzione ai segni che vi invierà l’universo in questi giorni, cercate di segnarvi i sogni che ricordate e approfittate di questa energia favorevole per fare della divinazione sul vostro prossimo futuro.

La Luna nuova in Pesci è un momento perfetto per stabilire i nuovi obiettivi che vogliamo raggiungere nel campo spirituale, chiedetevi come potete approfondire la connessione con il vostro sè superiore.

Cogliamo l’occasione per riflettere su ciò che abbiamo, esprimendo gratitudine all’universo, allo stesso tempo focalizziamoci su quello di cui abbiamo davvero bisogno e chiediamo all’universo le energie per aiutarci ad ottenerlo.

Questa lunazione ha inoltre la particolarità di avvenire nello stesso giorno in cui Urano si sposta nel segno del Toro, congiunto a Marte; da poco, inoltre, Mercurio in Pesci è entrato in moto retrogrado.

Urano è il pianeta del caos, del rinnovamento, dei cambiamenti repentini e ad ogni costo, anche attraverso la distruzione, Il Toro invece è un segno di Terra e di conseguenza molto stabile, irremovibile, che non cambia velocemente ed ha un passo lento ma sicuro. Di conseguenza, noteremo dei cambiamenti in tutti i temi collegati al segno del Toro, come la stabilità, il possesso, il piacere fisico e materiale. È una buona energia da sfruttare se si stanno cercando cambiamenti nel settore lavorativo.

La divinità che meglio rappresenta questa lunazione è il Dio Enki, il sumero Dio delle acque sotterranee. Enki era il maestro plasmatore della terra, dio della saggezza e di tutta la magia, signore dell’Abzu (parola accadica da cui deriva l’odierno termine “Abisso”), il mare d’acqua dolce situato nelle profondità della terra, dove scorrono le “acque primordiali”.

Unornya

To read this article in English click here.

martedì 5 marzo 2019

Witchy Youtube Challenge: Se avessi un famiglio parlante che animale sarebbe?






















Abbiamo deciso di intraprendere con Voi la Witchy Youtube Challenge, ideata da Skayler Haegse Ulver, che noi faremo per iscritto.

Una challenge che si costituirà di 52 domande settimanali, per passare un anno in compagnia di Unornya e Ludna. Un anno per conoscerci meglio.

Potete trovare la lista intera delle domande qui.

Buona Challenge! ☾





44. Se avessi un famiglio parlante, che animale sarebbe?

L: Se potessi avere un famiglio parlante, sembrerà scontato, sarebbe un gatto. 
Fin da quando ho memoria, ho vissuto con gatti: i miei genitori sono gattari da prima di me, per cui mi è sempre sembrato naturale condividere la casa con questi eleganti felini. 
Non tutti loro si possono chiamare famigli, anche perchè sono animali molto selettivi con i loro compagni; ma di sicuro ognuno di loro ha un carattere unico e particolare. 

Io ho avuto l’onore ed il piacere di dividere la mia routine quotidiana con tre gatti, in fasi diverse della mia vita: tutti diversi ed amabili a modo loro. Ma nessuno di loro, per quanto io abbia avuto un rapporto stretto ed intimo tali da poterne percepire i pensieri ed assorbirne gli stati d’animo, si è rivelato un famiglio vero e proprio - nonostante talvolta mi abbiano aiutato nel lavoro magico. Vista comunque la mia affinità naturale con questo fantastico animale, “sceglierei” logicamente un gatto come aiutante magico - anche se non è mai la strega a scegliere il famiglio, ma viceversa.

U: Un gatto, senza dubbio. È un animale che ho sempre amato e con il quale mi sono sempre sentita in totale affinità. Ho sempre sviluppato dei rapporti molto profondi con tutti i gatti che ho posseduto. Attualmente ho tre gatte con cui spesso condivido i miei momenti magici e loro partecipano sempre molto volentieri, come se percepissero i movimenti energetici e ne fossero attirate. Ad esempio, da qualche mese ho iniziato una routine di Yoga ed ogni volta che stendo il tappettino Nymeria si stende accanto a me per tutta la durata della pratica, nonostante accenda incensi e candele profumate che notoriamente non sono molto graditi al delicato olfatto felino.
Trovo che siano degli animali complessi da comprendere, ma una volta che sei entrato nel loro mondo ti regalano molte soddisfazioni.

martedì 19 febbraio 2019

19 Febbraio, Luna Piena in Vergine

fasi lunari luna piena vergine

Domani pomeriggio la Luna diviene piena sotto il segno della Vergine.
In questo momento la luna si trova nel punto più vicino alla terra rispetto al resto dell’anno, per questo motivo i suoi influssi saranno ancora più potenti; viene infatti detta Super Luna.

Questa lunazione cade nel segno della Vergine a Oº, questo ci indica un momento propizio per i nuovi inizi, soprattutto considerando che è la prima luna piena dopo Imbolc. 

Il segno della Vergine, preciso ed organizzato, ci aiuta a radicarci e ad identificarci maggiormente con l’elemento Terra, permettendoci di uscire per un po’ dal vortice di pensieri che ci travolge ogni giorno per focalizzarci su ciò che è tangibile, reale. Liberatevi da tutto quello che non vi serve, da quello che vi distrae e dall’energia negativa che può influenzarvi. È solamente la paura a trattenervi dal volare!

Chiarire i nostri pensieri ci aiuterà a prendere la giusta decisione per quella questione a cui stiamo pensando da un po’; sono favoriti i cambiamenti lavorativi e gli avanzamenti di carriera!

Con il sole nel segno dei Pesci, che ci dona una forte energia mistica, il segno della Vergine invece ci rende più pratici. Le forze opposte del Sole e della Luna si manifestano, creando un forte attrico e, di conseguenza, liberando una grande quantità di energia. Per questo motivo la crescita spirituale in questo giorno godrà di una notevole spinta; cogliete l’occasione per prendere nota dei cambiamenti, cosa è accaduto in voi nell’ultimo anno?
Inoltre iniziate una nuova routine magica, cercate di rendere il più possibile pratica la vostra spiritualità.

Il nostro corpo terreno è il mezzo che trasporta la nostra anima: questa è la lunazione perfetta per spingerci a prendercene cura.
Cercate di riconnettervi con il vostro sè superiore attraverso la cura del vostro fisico e della vostra salute.

La divinità che meglio rappresenta questa lunazione è Demetra, dea dell’abbondanza, ”Madre terra”, sorella di Zeus, nella mitologia greca è la dea del grano e dell'agricoltura, costante nutrice della gioventù e della terra verde, artefice del ciclo delle stagioni, della vita e della morte, protettrice del matrimonio e delle leggi sacre.
Non necessariamente è la madre biologica delle sue creature, poichè ella sa nutrire con pari amore anche amici, conoscenti e compagni, che in lei vedono la buona madre sulla cui spalla si può piangere.

Unornya

To read this article in English click here.

lunedì 4 febbraio 2019

4 Febbraio, Luna Nuova in Acquario



Questa notte la Luna diviene nuova sotto il segno dell’Acquario.
L’elemento Aria del segno dell’Acquario ci dona una freschezza mentale e favorisce l’arrivo di nuove idee.

La luna nuova è da sempre simbolo di rinascita e nuovi inizi, poichè essa conclude e ricomincia il ciclo del nostro satellite; l’influenza dell’elemento Aria e la vicinanza alla festività di Imbolc appena passata (ma la quale energia si sente ancora parecchio) ci regalano una sferzata di energia e ingegno che ci serviranno per mettere a punto i nostri progetti futuri.
È il momento di focalizzarsi su ciò che vogliamo realizzare quest’anno, ponetevi dei limiti e puntate a superarli.
In questa luna in Acquario congiunta al Sole e a Mercurio, il pianeta che regola l’intelligenza e la comunicazione, l’energia intellettuale è favorita ed è importante riuscire a distaccarsi un po’ da quei sentimenti turbolenti che potrebbero farci perdere la bussola: puntate all’indipendenza!

Ogni idea che riuscirete a concepire in questa lunazione avrà ampie possibilità di manifestarsi in tutto il suo splendore, anche quelle più eccentriche e anticonformiste che potranno stimolare il vostro cervello.

La divinità che meglio rappresenta questa lunazione è Nut, dea egizia del cielo e della nascita.
Nut è l’oceano primordiale che genera la vita, rappresenta lo spazio stellare, la volta celeste in cui il sole nasce e muore ogni giorno.
Invocate l’aiuto di Nut quando i vostri blocchi e i vostri giudizi esasperati vi permettono di superare i vostri limiti.

Unornya

To read this article in English click here.

sabato 26 gennaio 2019

Perditi nella Natura, Trova te stesso.

Ultimamente si parla spesso dell'influenza che ha la frenesia di questo mondo moderno sulla nostra vita.
Ci siamo abituati a dei ritmi sostenuti, tecnologici, ritmi che ci impediscono spesso di dedicarci a ciò che ci fa bene al corpo ed all'anima, per dare spazio ad attività che hanno raggiunto un grado di priorità più elevato.
Siamo sempre di fretta, ci sembra sempre di non avere tempo da perdere e di conseguenza non ci fermiamo un attimo, passiamo la maggior parte del nostro tempo in ambienti chiusi illuminati da luci fluorescenti, mangiamo male e velocemente, senza prestare attenzione a ciò che introduciamo nel nostro corpo, valutando se ci può far bene o male, l'idea di fermarci e meditare o semplicemente rilassarci per qualche minuto ci sembra uno spreco di tempo, tempo che potremmo usare per lavorare, fare soldi e dedicarsi alle attività di routine.

natura sincronizzazione ritmo

Ormai perfino le tradizionali "feste comandate", che dovrebbero rappresentare un momento di pausa e di relax, sono diventate quasi una seccatura, ho avuto modo di notarlo in particolare negli ultimi anni durante il periodo Natalizio: fiumi di persone che, anzichè approfittare dei giorni di vacanza, si riversano nei centri commerciali, stressandosi alla ricerca dei regali per i propri cari, perché fare un regalo ormai è passato da essere un piacere ad un dovere, una cosa che sei obbligato a fare controvoglia, che quindi viene ridotta alla strenua ricerca dell'oggettino meno caro e meno personale, in modo da non sbagliare.

Tutta questa frenesia ci ha fatto perdere completamente il contatto tra noi stessi e l'ambiente che ci circonda, riducendo drasticamente, se non annullando, il nostro rapporto con la natura e con la sua ciclicità.
È chiaro che vivendo in quest'epoca, allo stesso tempo affascinante e terribile, è praticamente impossibile non sottostare ai suoi ritmi e quindi anche noi, come tutti, dobbiamo adattarci.

natura sincronizzazione ritmoNell'antichità le cose erano ben diverse: ogni momento della vita dell'uomo era scandita da un ciclo naturale, l'essere umano era costretto a sincronizzarsi con gli avvenimenti dell'ambiente in cui viveva.
Ci si svegliava all'alba insieme al sorgere del sole, si lavorava nelle ore più calde e, al calare delle tenebre, ci si radunava attorno al fuoco per prepararsi ad affrontare la notte.
L'alternarsi delle stagioni scandiva le diverse attività legate all'agricoltura: si seminava in primavera, si festeggiava l'abbondante raccolto estivo, che andava conservato in autunno preparandosi per la rigida stagione invernale.
Fin dai tempi più remoti, in tutte le tradizioni e in tutte le parti del mondo, l'uomo utilizzò il moto di rivoluzione della luna e la posizione delle stelle come strumento per misurare il passare del tempo, determinando così equinozi e solstizi e facendo sì che questi avvenimenti astronomici diventassero i punti cardine dell'anno, istituendo delle vere e proprie festività da onorare.

Con il passare dei secoli però, le nuove religioni monoteiste si espansero ed ebbero la meglio sul paganesimo; uno degli strumenti più efficaci per convertire i pagani alla nuova religione fu un nuovo calendario. Ritrovandosi ad onorare delle feste che nulla avevano a che fare con i cicli naturali, le persone iniziarono a perdere quella connessione profonda con la Madre Terra, allontanandosi da ciò che era la loro vera natura.

Con l'avvento della modernità, l'invenzione della luce elettrica e il conseguente inquinamento luminoso, inoltre, cambiarono radicalmente anche gli orari, le abitudini giornaliere e il nostro ritmo circadiano, non siamo più legati al ciclo notte/giorno ed alle stagioni per regolare le nostre attività, il che è senz'altro positivo per certi versi, ma il nostro fisico e la nostra spiritualità spesso ne risentono.

EFFETTI DELLA DESINCRONIZZAZIONE

Penso di non allontanarmi molto dalla realtà se descrivessi la routine quotidiana della maggior parte di noi con:

- Dormire poco,
- Destarsi bruscamente con l'allarme di una sveglia,
- Assumere caffeina e zuccheri per aiutare il nostro fisico a risvegliarsi.
- Lavorare/Studiare in un posto al chiuso, illuminato da luci artificiali.
Tutte queste abitudini, che al giorno d'oggi sono considerate la normalità, in realtà sono parecchio dannose per la nostra salute.
Il nostro corpo reagisce alla luce naturale del sole attivando tutta una serie di meccanismi endocrini: ad esempio il ciclo della secrezione della melatonina, uno degli ormoni che determina il nostro ritmo sonno/veglia, o quello della serotonina, un ormone molto importante che determina il corretto funzionamento di intestino, delle ossa, previene l'emicrania, ma soprattutto influisce sul tono dell'umore, sul sonno e sulla libido.

Di conseguenza, la mancanza dello stimolo sul nostro cervello da parte della luce solare, causa negli esseri umani disturbi gravi come l'insonnia, ansia, stress, depressione e disturbi del metabolismo. Secondo alcuni studi infatti, chi lavora di notte è più soggetto a malattie del sistema nervoso o del sistema cardio-circolatorio.

Uno dei problemi di cui spesso sento lamentarsi nell’ambiente pagano/spirituale è la stanchezza mentale o la mancanza di connessione che ci impedisce di praticare in maniera costante e di mantenere la giusta concentrazione durante i rituali. È un problema parecchio diffuso e credo che in gran parte sia dovuto alla qualità della nostra vita quotidiana.

RITROVA L’ARMONIA CON L’UNIVERSO

natura meditazione yogaÈ cosa ovvia che mollare tutto e iniziare una nuova vita in mezzo alla natura non è un'opzione realizzabile per la maggior parte di noi, ma possiamo prendere degli accorgimenti per far sì che il nostro corpo e la nostra spiritualità risentano il meno possibile dei grandi cambiamenti dell'era moderna:

✦ Trovare il tempo. Spesso siamo convinti di non avere un secondo a disposizione per noi stessi ma la verità è che siamo pigri; iniziate a dedicarvi 10 minuti al giorno in cui penserete solo a rilassarvi. Non servono grandi cose, è sufficiente chiudere gli occhi, ascoltare della musica piacevole e concentrarsi sul nostro respiro.


✦ Passare più tempo all'aperto. Quando avete l'occasione di fare una pausa uscite qualche minuto all'aria aperta e lasciate che i raggi del sole vi illuminino e vi ricarichino di energie positive.

✦ Mangiare bene. Aumentate le quantità di frutta e verdura nella vostra dieta e diminuite l'apporto di zuccheri raffinati e di tutti quei cibi che hanno vibrazioni basse, come la carne e i cibi processati. Dedicate qualche minuto in più al cibo, cucinate il più possibile i vostri pasti. Quello che ingeriamo ci può nutrire o intossicare, la scelta dipende da noi.

Svegliarsi presto. Probabilmente molti di noi già lo fanno durante la settimana, ma svegliarsi presto anche nei giorni di riposo ci aiuta a non perdere la sincronizzazione e ci lascia più tempo a disposizione da dedicare a noi stessi.

Stare il più possibile in mezzo al verde. Giardini, boschi, montagne, laghi; recarsi in questi luoghi ogni volta che se ne ha l'occasione ci permette di ricongiungerci con l'elemento terra, scaricare lo stress e di sintonizzarci con le vibrazioni della natura.

Praticare Yoga. Lo Yoga non è solamente ginnastica o stretching, non si tratta di posizionare il corpo in un certo modo, ma di percepire le sensazioni che riceve il corpo in quella posizione,  senza lasciarsi distrarre e focalizzandosi sul "qui e ora". È sufficiente una mezz'ora al giorno per osservare eccellenti risultati nel giro di poco tempo.


Disintossicarsi dalla tecnologia. Ormai telefoni e televisioni sono diventati parte integrante della nostra vita, ma cercare di utilizzarli meno o giusto l'indispensabile ci farà trovare il tempo per dedicarsi alle altre attività citate sopra. Inoltre, la luce degli schermi disturba il nostro sistema endocrino, staccarsi dallo smartphone almeno mezz'ora prima di dormire permetterà al nostro corpo di riposare meglio.

Praticare durante i Sabba. Anche se non riuscite a praticare esattamente nel giorno giusto, anche i giorni prima o dopo andranno bene. Non occorrono grandi ed eclatanti rituali, è sufficiente anche una breve meditazione, riflettendo sul significato del Sabba. Una pratica costante ci permette di percepire il variare delle energie sottili nell'alternarsi dei mesi e delle stagioni. Sincronizzarsi con le vibrazioni dell'universo ci renderà sempre più sensibili e ci permetterà di accrescere il nostro potere.

Osservare la Luna. Ogni volta che potete osservate la luna nel cielo, percepite la sua energia e cercate di essere sempre consci della fase in cui si trova. Un'ottima idea è tener conto degli effetti che ha su di noi, sulle nostre emozioni e sul nostro umore in base al momento del mese. Praticate dei piccoli rituali con la luna piena e con la luna nuova.

Purificare. Ripulire la casa dalle energie "sporche" che provengono dal mondo esterno è sempre una buona norma, così facendo i nostri sensi non saranno distratti e il nostro ambiente sarà più confortevole. Accendete incensi ogni volta che ne sentirete il bisogno, ascoltate dei mantra, cambiate l'aria aprendo le finestre ogni volta che percepirete l'atmosfera pesante.

Unornya
To read this article in English click here.

domenica 20 gennaio 2019

21 Gennaio, Luna Piena in Leone ed Eclissi

luna piena leone fasi lunari

Nella mattinata di Lunedì la Luna diviene piena sotto il segno del Leone.
Questa lunazione è particolarmente significativa in quanto avverrà in concomitanza con un’eclissi totale di luna, che raggiungerà il suo apice attorno alle 6:15 AM (ora italiana).
La così detta Luna di Sangue amplificherà i già positivi effetti dell’influenza leonina.

La scorsa luna nuova in Capricorno ha messo le basi per gli intenti che andremo a sviluppare ed esprimere durante questa luna piena.
L’estro creativo e artistico raggiunge un picco massimo durante questa lunazione, approfitattene per lavorare sulle vostre emozioni represse, usatele per comunicare la vostra arte.
È il momento ideale per ritrovarsi sotto i riflettori, esprimete voi stessi e le vostre idee senza paura.

Se avete avuto delle intuizioni, delle visioni o se avete fatto della divinazione durante la scorsa luna nuova, è probabile che questa luna piena renderà il tutto più concreto, fate attenzione ed osservate i segni. Non dimenticate di lasciarvi coinvolgere da questa ventata di positività!

L’energia del Leone, rappresentato dal Sole come luce suprema, luce che dona la vita, in questa lunazione viene oscurata dall’ombra della terra. È il momento per imparare ad affrontare il nostro lato oscuro, discendendo nelle profondità di noi stessi, ritrovare il fuoco dentro di noi, per poi riaffiorare in superficie, regalandoci nuova vita.

L’energia in questo giorno è perfetta per affermare le proprie volontà, agire con coraggio ed aprire il proprio cuore alla generosità.

Le divinità che meglio rappresentano questa lunazione sono Inanna e la sua sorella oscura Ereshkigal.
Dea dell’amore, della fecondità e della bellezza, Inanna è regina sia nei cieli che in terra. E’ anche Dea del grano, della guerra, e dell’amore sessuale. Ella è guaritrice, donatrice di vita e Dea delle arti musicali e della poesia.
La sorella Ereshkigal venne relegata negli inferi, il suo nome infatti significa “signora del gran luogo inferiore”, ella rappresenta la vita che nasce dall’oscurità, il seme che dal fango fa sbocciare una nuova pianta, rappresenta il ciclo della vita.

Unornya

To read this article in English click here.

sabato 22 dicembre 2018

22 Dicembre, Luna Piena in Cancro

luna piena cancro fasi lunari


Oggi, 22 di Dicembre, la Luna diviene piena sotto il segno del Cancro.
L’ultima luna piena di quest’anno cade sotto il più emozionale dei segni d’acqua, che è anche il suo domicilio. 
È molto probabile che saremo coinvolti da un’onda di emotività, fate attenzione!
Mentre il segno del Capricorno rappresenta il Padre, il segno del Cancro rappresenta la Madre, In questi giorni il nostro istinto materno sarà molto più presente e ci troveremo più propensi a prenderci cura della casa e dei nostri cari, mentre saremo tentati di trascurare il lavoro e le nostre responsabilità.

Va anche detto però che la luna in cancro ci porta fortuna nell’ambito del successo professionale; se avete dei nuovi progetti lavorativi in programma o avete intenzione di crescere professionalmente questa luna vi darà una mano!

Considerando la coincidenza con il Solstizio d’Inverno, ora è il momento giusto per tirare le somme di ciò che è accaduto nell’ultimo anno e, sulla base di ciò, porsi dei nuovi obiettivi da raggiungere, preparandosi così all’arrivo del nuovo anno.

È anche il momendo ideale per lasciare andare: se avete dei rancori, dei sentimenti che vi tengono ancorati al passato, lavorate con la meditazione per rilasciarli, sganciarli completamente da voi stessi, in modo da poter ricominciare un nuovo ciclo senza esserne influenzati.

La divinità che meglio rappresenta questa lunazione è la Dea mesopotamica Ninhursag, Dea madre di tutte le creature viventi, Dea madre per eccellenza, rappresenta la fertilità della terra

Unornya

To read this article in English click here.